mercoledì 14 marzo 2012

#7Recensione


Pubblico la recensione di un altro libro che ho letto della scrittrice italiana Bianca Pitzorno, e che mi è piaciuto anche di più di “La bambinaia francese”. Lo consiglio a tutti, perché è veramente bello.


Titolo: Ascolta il mio cuore
Autore: Bianca Pitzorno
Editore
: Mondadori
Pagine:304    
Prezzo: 9,50 €, la versione economica
Uscita: uscito nel 2004 l’edizioni con la copertina postata sopra

Trama: Quando la nuova maestra viene soprannominata Arpia Sferza, e quando ogni giorno a scuola si trasforma in una battaglia, potete ben credere che in 4ª D ne succedano davvero di tutti i colori! Ma non solo di guerra si parla in questo romanzo: ci troverete amori e tradimenti, tartarughe miracolose,scheletri e motociclette, generali austriaci e fantasmi, lettrici di fotoromanzi e pantere di velluto... Un anno scolastico vissuto intensamente,senza sprecare neppure un attimo. Settantatre capitoli da leggere tutti d'un fiato, oppure da gustare uno per uno come altrettante puntate di un'allegra irriverente telenovela.


Recensione: Ho trovato davvero geniale, divertente, esilarante, spassoso, rilassante questo fantastico libro che mi ha appassionato tantissimo. La storia tratta di una classe divisa in fazioni, di una maestra con pregiudizi e di come le protagoniste volevano a ribellarsi a questa maestra e vendicarsi per i maltrattamenti subiti dalle due ragazze povere da parte di essa e altri fatti divertenti e meno tristi, il tutto raccontato in modo leggero e ingenuo, ma allo stesso tempo intrigante e accattivante e pieno di colpi di scena che non annoia mai e condito dagli irriverenti temi della protagonista scrittrice. Leggendo questo libro, si imparerà ad odiare la maestra Sforza, le alunne Leccapiedi stupide, antipatiche, spione e attaccabrighe e tutti i loro parenti, mentre si imparerà ad amare le bambine protagoniste, tanto intelligenti, gentili e disponibili. Il finale mi è sembrato imperfetto, ma è bastato il resto a far innamorare questo romanzo da 5/5. Credo proprio che sia tra i miei libri preferiti, perciò spero che la talentuosa scrittrice Bianca Pitzorno scriva un seguito (anche se, purtroppo, è difficile perchè sono già più 20 anni che è stato pubblicato, ma spero lo stesso) e probabilmente leggerò anche il prequel "Quando eravamo piccole" e, magari, un altro romanzo "Tornatras" visto che i commenti sono piuttosto buoni, e ho già letto “La bambinaia francese”. Consiglio vivamente questo romanzo che saprà regalare buon umore, rilassare dopo una giornata difficile e dare un'idea diversa sulla vita. Davvero ottimo!!!!

5*****

Nessun commento:

Posta un commento