mercoledì 14 marzo 2012

#8Recensione


Propongo la mia recensione (postata già su aNobii) di un libro che ho comprato l’anno scorso al Salone del Libro di Torino e che ho letto nell’estate. E’ di un’autrice italiana, Virginia de Winter, famose per aver scritto delle fan fiction su Harry Potter. Il libro in questione mi è piaciuto abbastanza, è veramente scritto bene, lo stile dell’autrice, così ricco di metafore e di termini barocchi, crea un’atmosfera decisamente affascinante… mi è addirittura sembrata povera la scrittura del libro successivo, il terzo della saga Shadowhunters, che pure mi è piaciuto tantissimo e quindi non ha nulla da invidiare. Semplicemente sono due stili differenti. Probabilmente prenderò il seguito "L'ordine della Chiave" alla prossima Fiera del Libro, se non prima, perchè è una saga interessante.

Titolo: Black Friars. L’Ordine della Spada
Autore: Virginia de Winter
Editore
: Fazi
Pagine: 682    
Prezzo:19,50 €,
Uscita: uscito nel 2010

Trama: Chi è Eloise Weiss? Perché il più antico vampiro della stirpe di Blackmore abbandona per lei l’eternità suscitando le ire di Axel Vandemberg, glaciale Princeps dello Studium e tormentato amore della giovane?
La Vecchia Capitale si prepara alla Vigilia di Ognissanti e il coprifuoco è vicino perché il Presidio sta per aprire le sue porte. Il lento salmodiare delle orde di penitenti che si riversano per le vie, in cerca di anime da punire, è il segnale per gli abitanti di affrettarsi nelle proprie case, ma per Eloise Weiss è già troppo tardi. Scambiata per una vampira, cade vittima dell’irrazionalità di una fede che brucia ogni cosa al suo passaggio. In fin di vita esala una richiesta d’aiuto che giunge alle soglie della tomba dove Ashton Blackmore, un redivivo secolare, riposa protetto dalle ombre della Cattedrale di Black Friars. Il richiamo della ragazza è un sussurro che si trasforma in ordine, irrompe nella sua mente e lo riporta alla vita. Nobili vampiri di vecchie casate, spiriti reclusi e guerrieri, eroici umani e passioni che il tempo non è riuscito a cancellare: Black Friars – L’ordine della Spada è un mondo nuovo che profuma di antico, un romanzo che si ammanta di gotico per condurre il lettore tra i vicoli della Vecchia Capitale o negli antri del Presidio, in un viaggio che continua oltre la carta e non finisce con l’ultima pagina.


Recensione: Libro decisamente carino.
Scrittura dettagliata, raffinata, deliziosa.
Ambientazione accurata, accattivante. La società con gli Ordines, mi spinge a immaginare di vivere lì e di sceglierne uno. Probabilmente sceglierei l’Ordo Pennis.
Particolare l’idea di scandire il tempo con la terminologia ecclesiastica medievale.
Trama originale, anche se manca qualche avventura.
Personaggi ben descritti. Molto divertenti Bryce e Megan (raffinatezza e anestesia manuale), affascinante per i suoi modi Ashton, tutti gli altri dignitosi. Solo Axel ha incontrato la mia antipatia, proprio non lo sopporto!
Numerose le battute pungenti, ironiche e sarcastiche, descrizioni affascinanti di rose e gargoyles.
Difetti? I nemici, quelli di nebbia del Presidio, paiono fin troppo deboli e allontanabili con poco. E poi non mi ha coinvolto emotivamente come avrei voluto; molti libri non lo fanno, e purtroppo anche in questo.
Bellissimi i titoli dei capitoli in latino!!!

4****

Nessun commento:

Posta un commento