domenica 15 aprile 2012

#17Social Network per bibliofili


Social Network per bibliofili.

Ormai sono varie le opportunità per un lettore di scambiare le proprie opinioni su un libro, per consigliarne uno o sconsigliarne un altro, ma anche per rendere pubbliche le recensioni e le annotazioni. Se una volta i centri d’incontro erano i caffè o i bar, ora si gioca tramite web con i social network, in cui si possono ricostruire virtualmente le librerie. Spesso ho citato nei miei articoli “aNobii”, che è forse quello più famoso e diffuso in Italia, anche se fondato dal coreano Greg Sung. Per chi conosce l’inglese sono fruibili i siti per ora solo in lingua come “goodreads”, fondato da Otis Chandler, “Shelfari” e “LibraryThing”. Da annotare anche il recente e italiano “zazie”, dove, oltre a commenti, votazioni, annotazioni, con i mood, faccine, si può mostrare agli altri utenti che stati d’animo o emozioni ha provocato quel libro e in quale luogo o situazione si consiglia di leggerlo. Io mi sono iscritto. 

Nessun commento:

Posta un commento