venerdì 15 giugno 2012

#38Serie televisive: Desperate Housewives


Mi pare giunto il momento di scrivere qualcosa riguardo le serie televisive che mi piacciono maggiormente. E’ da un bel po’ di tempo che ho intenzione di dedicare un articoletto a questo argomento, e ho anche già cercato le immagini più o meno adatte, ma per via della scuola non ho mai trovato tempo e disponibilità d’impegno per mettermi a scrivere qualcosa che non fossero appena due righe. Va detto che non mi piace molto guardare la televisione, perché preferisco dedicarmi ad altri interessi, e se un telefilm o serie tivù lo seguo in modo abbastanza assiduo è perché mi piace veramente e mi sento anche di consigliarne la visione ad altri.
La mia serie preferita, e credo che nessuna le ruberà mai lo scettro di reginetta, è senza alcun dubbio “Desperate Housewives”. Mi aveva consigliato la visione una mia cugina quando ancora frequentavo la prima media, cioè ben sette anni fa. A quel tempo era trasmessa solo la prima stagione. Appena iniziai a vedere la puntata pilota rimasi completamente intrappolato in quel vortice di misteri, storie d’amore e d’odio, intrighi, amicizia, insoddisfazione e appagamento. Insomma, mi sono catapultato a Fairview (che significa più o meno Fieravista) e più precisamente nel quartiere di Wisteria Lane. Molti conosceranno questa fiction, ma per chi non la conoscesse devo trattare un po’ della trama. A Wisteria Lane abitano Gabrielle, Bree, Lynette, Susan, un gruppo di amiche, casalinghe, affiatate e felici. Ma questo solo in apparenza. Mary Alice, all’inizio della prima puntata si punta una pistola alla tempia e spara. Sono subito rimasto colpito dal contrasto tra fascino e raffinatezza con cui i protagonisti si muovono e si comportano e il gesto estremo che una di loro compie. Ovviamente l’interesse a proseguire aumentava di attimo in attimo. Gabrielle Solis è la mia casalinga preferita, così bella e piena di risolutezza, umorismo e simpatia. Ma anche Bree Van der Kamp/Hodge mi piace molto, lei che sa trattare ogni situazione con vigore e accurata in ogni dettaglio – proprio come un ghiacciolo, come la definisce Edie, la meno casalinga e la più z*****a di Wisteria Lane. Anche Edie cattura la simpatia, non le è estranea la determinazione e la capacità di affrontare le situazioni delle altre amiche; molto triste è stata la puntata in cui muore, l’autore Marc Sherry (che stimo molto) sa costruire decisamente bene l’intreccio delle puntate in cui un personaggio perde la vita, mostrando il pensiero e il rapporto degli altri personaggi con l’interessato, in una serie di episodi che vanno a confluire in un finale da lacrimuccia. Lynette Scavo è molto materna e forte, e lo deve essere col marito Tom (che considero un po’ infantile, tanto che poi lui nell’ultima stagione fa una cosa che trovo sbagliata). Susan Mayer Delfino è forse la protagonista che mi piace di meno, ma incontra comunque il mio favore. Poi ci sono le altre amiche, che non rimangono a Fairview per l’intera durata della serie: Edie Britt, Kathrin Mayfair e Renee Perry. Di Edie ho già parlato, allora tratto di Kathrin: la trovo molto simpatica e determinata come le altre, soprattutto con quello che le è successo con il suo ex marito… Renee non mi piace. E’ interpretata da Vanessa Williams, che ha già lavorato in “Ugly Betty” nel ruolo di Wilhelmina Slater. In Ugly Betty mi è piaciuta molto, ma in Desperate Housewives la trovo in qualche modo fuori posto.  
Ben presto, con lo scorrere delle puntate, si venne a sapere che, oltre all’apparenza  decorosa e ordinata, si nascondono contrasti e afflizioni. E misteri, intrighi, passioni, vita famigliare e affettiva, successi professionali e insuccessi in vari ambiti, la ricerca dalla felicità e la fuga dalla frustrazione mi hanno condotto, o meglio portato avvinghiato al guinzaglio fino alla settima stagione; purtroppo, o per fortuna (così posso rimediare con calma), mi son perso qualche puntata e devo ancora vedere completamente l’ottava serie. In questo periodo trasmettono la quinta stagione su Rai 4 il sabato e la domenica sera. Magari per il prossimo Natale mi farò regalare i DVD da Babbo Natale (anche se costano un po’).
Le vicende e le avventure di queste quattro amiche – più una che si alterna da stagione a stagione – e i loro famigliari sanno proprio effettivamente prendermi il cuore, mi fanno ridere, commuovere, tenermi col fiato sospeso, intrigare. In una parola, appassionare.

6 commenti:

  1. Anche io adoro Desperate Housewives *w* adesso sto vedendo la terza stagione, e spero di terminarlo il prima possibile ^^ Ho i cofanetti delle prime cinque stagioni, mentre quello della sesta lo prenderò a breve (visto che viene solo 15,90 euro su IBS *w*). Splendido post ;)

    RispondiElimina
  2. Che bello! Li ho trovati al supermercato qualche anno fa a 40 euro! Su ibs allora sono molto più abbordabili! Grazie per il complimento! Lo pensi davvero? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente :D Sì, prendili da IBS perché conviene proprio tanto ^^

      Elimina
    2. Allora consiglierò a Babbo Natale dove fare acquisti! ;)

      Elimina
  3. Bella mi piace come serie tv. Non la seguo sempre, perché mi dimentico, o altro. Però mi piace. Anche se devo essere sincera, preferivo le prime stagioni... >.<
    Ciao ^_^

    RispondiElimina