mercoledì 31 ottobre 2012

#89Recensione: Balthazar di Claudia Gray - Halloween Edition




In Balthazar, quinto romanzo di una celebre saga vampiresca, creata dalla penna della scrittrice americana Claudia Gray (pseudonimo per Amy Vincent), la Evernight saga, ci sono due scene talmente divertenti da avermi fatto scoppiare a ridere lì sul posto di lettura e ogni qualvolta ritorni con la mente al libro o voglia raccontarle ad amici. Ovviamente non svelo molto, dico solo che appena si arriva a una frase con il termine “facebook” sarebbe meglio leggere il dialogo immaginandosi la voce del maniaco di Zelig, così si potrà apprezzare maggiormente la comicità della vicenda; per quanto riguarda la seconda scena, non dico nulla, si può gustare di per sé. Già solo per queste non posso che consigliare di leggere tale libro. 


Libro che vede per protagonisti l’umana Skye, portatrice del dono di vedere le morti avvenute nel passato ogni volta che si trova nel luogo in cui sono capitate, e il vampiro dai buoni sentimenti e dalla forte malinconia Balthazar. I due si erano incontrati nell’esclusivo liceo privato Evernight, accademia frequentata da vampiri intenzionati a stare al passo con la società umana moderna e a nutrirsi solo di animali o godere sporadicamente di qualche sorso delle persone. In questa scuola hanno avuto sfondo le vicende di Bianca e Lucas, che io ho detestato e ho lasciato interrotte; mi pare facile intuire quindi quanto consideri migliorata l’autrice in questo libro e nel precedente Fateful, che ho letto in primavera e che tratta di licantropi e amore a bordo dello sventuratissimo Titanic. Bianca e Lucas li ho trovati così sfigati, frustrati e noiosi da non averli neanche per un istante considerati in termini affettivi; loro e la loro storia mi hanno solamente infastidito. Così non è stato per il romanzo dedicato a quest’altra nuova coppia.
Skye & Balthy si avvicinano perché un gruppo di vampiri malvagi, capeggiati dall’antico e raffinato e viscido e inquietante e affascinante e stalker Redgrave (Tombarossa). Pare che Skye possa vantare un sangue dalle ricche proprietà, e che Balthazar voglia redimersi dagli antichi peccati salvando gli umani, e ancora meglio se belle fanciulle che magari già conosce. Così i due si frequentano e approfondiscono la loro conoscenza in un rapporto di guardia del corpo e protetta. Come si può immaginare, i due sono esseri speciali e finiranno per innamorarsi.
La loro storia d’amore è suggestiva e coinvolgente perché appare molto naturale, non forzata o accelerata. Lui è si un bel ragazzo, pare, ma non il mega figo di turno, e lei non è una zoccoletta insipida. Il romanticismo di cui queste pagine sono imbevute è molto dolce e per nulla esagerato, non spinto… giusto.
I personaggi sono caratterizzati in modo abbastanza soddisfacente, tutti risultano interessanti. Le relazioni tra loro, l’affetto che intercorre tra loro, tutto è trascinante; a partire dalle vicissitudini tra Skye e il binomio suo ex fidanzato più nuova fidanzata. Le due migliori amiche, una per scuola che frequenta (non rivelo perché non si trova più ad Evernight), gli insegnanti del liceo della sua cittadina. Tutto ha un buon ruolo in questa storia.
I vampiri, che nella saga principale, formata dai primi quattro capitoli, sembravano più degli sfigati bisognosi di sangue, qui appaiono più simili allo stereotipo del vampiro, come tutti lo conoscono: abbastanza freddi, forti, cattivi, alla ricerca del sangue, immortali a meno che non li si decapiti… l’unica differenza è che possono passeggiare liberamente al sole. Redgrave, come ho già accennato, è il più potente, anziano e tenebroso del gruppo, ma anche quello con l’aspetto più nobile e colui che ha trasformato in succhiasangue il buon Balthazar. Naturale che l’eterno diciannovenne non veda l’ora di prendere in mano l’accetta e di far saltare una testa dal collo.
Nella combriccola c’è anche Charity, la sorella veramente molto squilibrata di Balthazar che sembra riprendersi il suo posto nel mondo con una ritrovata lucidità mentale (forse anche grazie a Skye).
Così il romanzo termina con riavvicinamenti e un nuovo grande amore. Solo che molte strade sono ora aperte. Non ci sarà mica un seguito?

Devo ammettere che è da un periodo abbastanza vasto che leggo libro che mi appassionando in buona misura e non mi deludono, e questa è una buona cosa. Chi l’avrebbe mai detto che la Gray/Vincent mi avrebbe conquistato con i romanzi della sua saga vampiresca? Comunque, ormai la posso annoverare tra i miei scrittori più apprezzati.     



{♣♣♣♣ stelle}

Autrice: Claudia Gray
Casa Editrice: Mondadori Chrysalide
Giudizio: Promosso
Voto: 4
-Stile: 4-
-Contenuto: 4+
-Piacevolezza: 4+

2 commenti:

  1. Bella recensione!Balthazar è stato il mio personaggio preferito nella saga di Evernight!Sono curiosissima di leggere questo spin-off =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io te lo consiglio proprio (anche solo per le due scene divertenti), ma anche per la loro storia d'amore. Grazie per i complimenti. :)

      Elimina