venerdì 21 febbraio 2014

Recensione - Clara Claus

Clara Claus (Snowflake Triplet #1)Clara Claus by Alexandra Lanc
My rating: 4 of 5 stars

Fondamentalmente io e Alexandra siamo molto simili. E' un interesse viscerale, il nostro. Il Natale e la costruzione folklorica che vi è stata costruita attorno hanno sempre significato molto per me. E a quanto pare anche per l'autrice di questo libro, che è stata ispirata dalla visione di un film a tema; una spinta che l'ha spronata a usare delle parole per creare una storia sul Natale, la speranza, l'amore, l'avventura. Io stimo tanto Alexandra e già lo sfondo dell'opera mi piace. E' da anni che sono fissato con la figura mitologica di Jack Frost, ancora da prima che la Dreamworks la rendesse famosa a tutte le fasce d'età. Molto spesso sono un pioniere, e a quanto pare lo è anche Alexandra.
Così mi sono dedicato alla lettura di quest'opera.

Pro (Tesi, hegeliamente):
-Lo sfondo. Il Polo Nord, il Natale, il Concilio dell'Inverno... ottimale.
-Il nome della protagonista: Clara è simile a Clary, protagonista di una delle mie saghe preferite, The Mortal Instruments di Cassandra Clare.
-L'aspetto di Jack Frost: dai capelli bianchi e nevosi e gli intensi occhi blu, rappresenta lo stereotipo del Jack Frost che conosco (bella roba).
-La mitologia interessantissima. Non dico di più.

Contro (Antitesi, hegeliamente):
-Le descrizioni sono veramente minime. Il Polo Nord è visto come una città di edifici, tra cui bar, la casa e il laboratorio di Santa Claus, negozi, il parco. Molto interessante, ma io volevo maggiori dettagli.
-Jack è molto umanizzato, anche se all'inizio è solamente cinico e distaccato. Umanizzato nel senso che non è abbastanza sfuggente come me lo immaginavo.

(o è un pro?)-La vicenda è composta da tre eventi, nessuno di più. La maggior parte del procedere avviene attraverso i pensieri dei protagonisti, i loro sentimenti largamente espressi.

Sintesi, hegeliamente: E' una buona storia, che sa catturare, interessare, al di là dei difetti sostanziali. Come già detto la mitologia espressa intessuta ai pensieri dei personaggi costruisce una storia da tenere ben presente. E poi questo è il primo capitolo di una saga che, stando alle trame dei seguiti e da come questo è terminato, sarà molto movimentata e coinvolgente.

-°-*-°-*-°-



View all my reviews

Nessun commento:

Posta un commento