venerdì 21 febbraio 2014

Recensione - Hex Hall

Hex Hall (Hex Hall, #1)Hex Hall by Rachel Hawkins
My rating: 3 of 5 stars

Contrariamente a quanto afferma Kirkus Reviews su questo libro, non si vede da nessuna parte Veronica Mars, perchè non c'è alcuna investigazione, e neppure l'ombra di Percy Jackson, che a me va meglio così. Concordemente con Publishers Weekly, però, Hex Hall è un debutto in grado di intrattenere.
Non è molto di più, comunque. Per un ragazzino è un libro consigliabile, in quanto risulta una storia spensierata, divertente e in qualche modo magica, ma soffre di crisi di infantilismo e non mancano situazioni che mi hanno procurato delle perplessità.
[Spoiler]. Per esempio, come si fa a non rendersi conto che un fantasma che non è della stessa consistenza degli altri spiriti e che è in dotazione di poteri magici più forti di quelli di streghe molto potenti è qualcosa di altro? Se proprio non ci si pongono dubbi, ci sono le strane espressioni che Alice ha di fronte a certi discorsi con la pronipote.
Inoltre, se la preside della scuola ha sempre saputo della costituente demoniaca della protagonista, perchè non si è mai posta il dubbio che fosse lei la causa degli attacchi alle studentesse? Perchè avere dubbi solo su una vampira? Il fatto che suo padre sia a capo del Concilio non significa proprio niente, considerando che la nonna ha dato dimostrazione di comportamenti propri di una natura demoniaca, no? Probabilmente perchè la prima ragazza uccisa è stata vittima prima dell'arrivo di Sophie nella scuola, ma potrebbero essere di più i colpevoli, per una persona esterna.
Perchè se Sophie arriva nella scuola per Prodigi quando l'anno scolastico regolare è già nel suo corso, trova molti altri adolescenti soprannaturali a iniziare la frequentazione lì quel giorno? Non viene spiegato questo fatto.
Infine, perchè avere ancora tanta paura di un ragazzo che si è scoperto fare parte di un gruppo di cacciatori di Prodigi se si è venuti a sapere che non è stato lui la causa delle aggressioni e non ha tentato di porre violenza alla protagonista? Quest'ultimo dato è quello che effettivamente rende meno perplessi, perchè si può fare riferimento alla paura nei confronti di quel gruppo di cacciatori, ma non cambia il fatto che Archer non ha mai cercato di violentare o uccidere Sophie e lei, spinta dal timore, ha reagito in modo un pò drastico, forse.
In ogni caso, il personaggio migliore è la vampira Jenna, che è adorabile! <3

View all my reviews

2 commenti:

  1. Mm.... mi incuriosisce da un po' la serie, ho evitato di leggere lo spoiler :D Forse forse gli darò una possibilità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, Cristina, il libro te lo consiglio. Non credo che possa infastidire o annoiare. E' un racconto che si legge in fretta e coinvolge e diverte, anche se manca qualcosa che un lettore un pò ambizioso vorrebbe. ;)

      Elimina