domenica 27 maggio 2012

#32Hunger Games


Oggi pomeriggio ho guardato al cinema il film tratto dal libro "Hunger Games". Mi ha accompagnato un amico, che non l'ha apprezzato - certo è che non gli piacciono mai le belle cose. Comunque non posso neanche una volta discutere dal vivo dei miei interessi: uffa. Tornando al film, devo ammettere che è abbastanza fedele al libro, a parte le scene iniziali. Buoni,e belli, gli attori, le ambientazioni, soprattutto Capitol City. Mi è venuta voglia di leggere il seguito, "Catching fire - La ragazza di fuoco", ma poichè è in inglese, dovrò dedicare un pò più tempo alla lettura, e quindi lo leggerò con comodo questa estate.
Ho scoperto che la Mattel, casa produttrice della Barbie, farà anche la versione di Jennifer Lawrence, l'interprete di Katniss Everdeen. 


#31Anteprime



Ieri sono andato in libreria e ho preso il libro “Red Love. Rosso come il sangue e freddo come l’acciaio” dell’autrice americana Kady Cross – questo è uno dei tanti pseudonimi di Kathryn Smith. Come si capisce leggendo le mie recensioni o articoletti vari mi piace il periodo Regency, Vittoriano, Edwardiano e i periodi vicini – ovvero Inghilterra più fine Settecento, Ottocento e inizio Novecento. E Red Love è proprio ambientato nel 1897, con aspetti steampunk, che se non sono esagerati non infastidiscono la verosimiglianza storica. Forse in questa trilogia è presente qualche elemento un po’ più tecnologico, ma non dovrebbe guastare l’interesse. Inoltre sono contento per il fatto che il 5 o 6 giugno uscirà nelle librerie il seguito di quello che è stato per me per ora la lettura più bella dell’anno, “Shadowhunters. Le origini. L’angelo”. Il secondo capitolo di questa trilogia ambientata nell’Ottocento (con leggeri elementi steampunk – qualche automa), si intitola “Shadowhunters. Le origini. Il principe”. Quasi di sicuro lo prenderò presto senza aspettare l’edizione economica – per il primo, infatti, ho aspettato qualche mese e poi ho deciso di prendere l’edizione rigida. Enjoy!


Titolo: "Red Love. Rosso come il sangue freddo come l'acciaio"
Titolo originale: "The Girl in ithe Steel Corset"
Autore:
Kady Cross 
Prezzo: 14,90
Pagine: 320 p.
Editore: Newton Compton
Uscita: 24 Maggio 2012


Trama: Londra, 1897. Un uomo, conosciuto come il Macchinista, è il regista occulto di una serie di strani crimini commessi da macchine. Griffin King, il Duca di Greythorne, è determinato a scoprire la sua identità e a sventare i suoi piani con l’aiuto degli amici Sam, Emily e Jasper. Ma il Duca decide di rivolgersi anche a Finley Jayne, una ragazza con un lato oscuro e in possesso di una forza fisica soprannaturale, che stravolgerà la sua esistenza. Finley è bella, intrigante e sensuale, e non tutti, all’interno del gruppo al quale si è unita, sono pronti ad accettarla. Intanto i piani orchestrati dal Macchinista diventano sempre più pericolosi: il Duca e Finley riusciranno a fermarlo prima che sia troppo tardi? Red Love. Rosso come il sangue, freddo come l’acciaio è un elegante thriller ambientato nella Londra vittoriana, con una protagonista esuberante, invenzioni tecnologiche da brivido e turbolenti triangoli amorosi. 
 
 ***___***___***
 
Editore: Mondadori
Collana: Chrysalide
Titolo Originale: "The Clockwork Prince"
Uscita: Giugno 2012
Pagine: 480 pag.
Prezzo: 17,00

Trama: Il Consiglio vuole spodestare Charlotte Fairchild, per affidare il comando del Conclave e dell'istituto a Benedict Lightwood, uomo senza scrupoli e affamato di potere. Nella speranza di salvare Charlotte e l'istituto, Will, Jem e Tessa decidono di svelare i segreti del passato di Mortmain e scoprono sconvolgenti legami fra gli Shadowhunters e la chiave del mistero dell'identità di Tessa. In una Londra vittoriana fosca e inquietante, la ragazza, intrappolata nei sentimenti che prova per Will e Jem, si trova a dover compiere una scelta cruciale quando scopre in che modo gli Shadowhunters abbiano contribuito a fare di lei "un mostro". Sconvolta, Tessa è tentata di schierarsi con il fratello Nate dalla parte di Mortmain... Ma a chi è davvero fedele? E chi ama, nel profondo del suo cuore?

L'AUTRICE: Cassandra Clare e' nata a Teheran e ha vissuto i primi anni della sua vita in giro per il mondo con la famiglia, trascinandosi sempre dietro bauli di libri. Dopo aver lavorato come giornalista tra Los Angeles e New York, ora si e' fermata a Brooklyn dove, per non farsi distrarre dai suoi gatti e dalla tv, scrive i suoi libri nei caffe' e nei ristoranti. Per Mondadori ha gia' pubblicato Shadowhunters - Citta' di Ossa, Shadowhunters - Citta' di Cenere, Shadowhunters - Citta' di Vetro e Shadowhunters, le Origini - L'Angelo, che hanno appassionato tutti gli amanti dell'urban fantasy.

LA TRILOGIA "THE INFERNAL DEVICES":
- The Clockwork Angel (2010) - "Shadowhunters - Le Origini" (2011) 
- The Clockwork Prince (2011) - "Shadowhunters. Le Origini - Il Principe" (2012)
- The Clockwork Princess - inedito

giovedì 24 maggio 2012

#30! Recensione: Mr. Gum and the Biscuit Billionaire



Ma dove si trova un omino di pan di zenzero milionario, coi muscoli elettrici e che regala denaro alle persone per farsele amiche? In “Mr. Gum and the Biscuit Billionaire/ Mr. Gum e il biscotto milionario” se ne trova uno e il suo nome è Alan Taylor, possiede una grande villa sulla collina di Lamonic Bibber e un elicottero, che dal suo nome chiama Alancopter. E’ il protagonista di questo tenero libro per bambini, inedito in Italia. Me lo aveva preso mio fratello quando era stato in Inghilterra ben quattro anni fa, ma solo ora mi son deciso a leggerlo, per esercitarmi in vista di romanzi più consoni in lingua inglese. Ma è stata una bella esercitazione, il libro si è rivelato molto carino. L’autore, Andy Stanton, con l’aiuto delle immagini dell’illustratore David Tazzyman, racconta le storie di un cattivo e poco curato signore, Mr. Gum, che in ogni capitolo della saga combina qualche guaio e sarà compito di Polly, una ragazzina, e dei suoi amici, tra cui Friday, un adulto, e Jake, un cagnone, dare una soluzione. Non sono del tutto sicuro che Polly e i suoi siano presenti in tutti i volumi, perché io ho letto solo questo, il secondo, e ho dato un’occhiata su goodreads, grazie alla quale so che la serie si è decisamente prolungata (pensavo ce ne fossero solo tre di capitoli). E il biscotto milionario è il coprotagonista, di questa storiella simpatica e di intrattenimento. In questo periodo di oppressione scolastica avevo proprio voglia di un racconto del genere, che ricorda una puntata di un cartone animato. Come ho già detto, l’ho letto in inglese, ma lo stile è abbastanza semplice, proprio perché il libro è rivolto a un pubblico di bambini – che possono facilmente apprezzarlo -, con pagine contenenti varie immagini che aiutano la comprensione e il carattere del testo un po’ grande.
Ecco qualche assaggio delle scene divertenti del libro. 


<<You know in cartoons when they do wavy lines to show that something smells bad? Like there’ll be a rotten fish head or something and they’ll do wavy lines coming off of it? Well, I’m not lying but Monsieur Bellybutton actually had those wavy lines coming off him IN REAL LIFE.>>   Traduzione, anche se è semplice: <<Sai quando nei cartoni animate disegnano linee ondulate per mostrare che qualcosa puzza? Come se ci fosse una testa marcia di pesce o qualcos’altro e disegnano linee ondulate emanare da lì? Bene, non sto mentendo, ma Monsieur Bellybutton effettivamente aveva queste linee ondulate emanare da lui NELLA VITA REALE.>>

<<… his […] body protected from the rain by a miniature Superman cape which made him look like Batman.>>    
Traduzione, anche se è semplice da comprendere: <<… il suo […] corpo protetto dalla pioggia da un costume di Superman in miniatura che lo faceva sembrare Batman.>>


Personalmente mi fa sorridere l’immagine di questo omino di pan di zenzero, che, dopo essere stato derubato del suo vasetto di biscotti e quindi essere diventato improvvisamente povero, dopo aver allontanato gli unici amici che non lo erano per i soldi, si rende conto dell’errore e corre a salvare l’amica, Polly. Ovviamente tutto si risolve bene, e Mr. Gum, che è riuscito a scappare, si prepara probabilmente a combinare un altro guaio, che verrà raccontato nel prossimo episodio. 


Consiglio di leggere questo libro a tutti coloro che vogliono innanzitutto leggere qualche storia semplice in inglese, a coloro che si divertono a leggere storie tenere, simpatiche, divertenti e dolci, e a tutti coloro a cui piacciono gli omini di pan di zenzero.

4**** stelle   

***---***---***


Titolo: Mr. Gum and the biscuit billionaire (Mr. Gum #2)
Autore: Andy Stanton. Abita nel nord di Londra
Illustratore: David Tazzyman. Abita nel sud di Londra
Editore: Egmont
Numero di pagine: 177
Prezzo: 4,99 £
Data d'uscita: uscito nel 2007
Bevanda consigliata: the alla pesca
Colonna sonora consigliata: Lollipop di Mika
Film che potrebbe essere apprezzato da chi apprezza questo libro: Mamma ho perso l’aereo”; “Shrek”; qualche cartone animato, magari natalizio
Libro che potrebbe essere apprezzato da chi apprezza questo libro: magari quelli di Rohal Dahl, come “La fabbrica di cioccolato” 

Trama (tradotta da me): Buona sera. Ok, questo libro è un po’ difficile da descrivere. C’è questo omino di pan di zenzero con muscoli elettrici, vedi? E lui è ricco come un fungo, giusto? E Mr. Gum e Billy William stanno tramando di rubare il denaro, sì? E tocca a Polly risolvere la situazione. E c’è una fiera e hot dog, a Friday O’Leary urla qualche roba strana, e… hey, questo non era così difficile da descrivere, dopotutto. Ci si vede!

“Divertente? Puoi scommetterci. Splendido in modo preoccupante” PHILIP ARDAGH, Guardian

Il primo capitolo della serie, “You’re A Bad Man Mr. Gum /Sei un uomo cattivo Mr. Gum”, ha vinto il premio Red House Children’s Book Award 2007

 

sabato 19 maggio 2012

#29Premio Adamas



Ringrazio tanto il blog “Sognando tra le righe” e in particolare Foschia75 per avermi donato il premio Adamas. E’ il primo premio che il mio blog riceve. Spero di riuscire a seguire bene le regole. 



LE REGOLE SONO:

1.  Scegliere un proverbio che si ritiene assolutamente vero:

 “Chi lascia la vecchia per la nuova, sa quello che lascia, ma non quello che trova”


2. Pubblicare un'immagine che rispecchi il nostro umore in questo momento.





3. Assegnare il premio ad altri sei blog:

-From a Book Lover di Isabella
-Mr. Ink – Diario di una dipendenza di Mik
-Il mondo racchiuso nei libri di Lenah
-Gocce d’inchiostro di Jean-Claude
-Il profumo dei libri perduti di Mirko-Cullen
-Bibliomania di Camilla P.

(non so come creare il collegamento link :()

Grazie ancora a Foschia75 e alle Book’s Angels!

giovedì 17 maggio 2012

#28! Anteprima

In verità é meglio mentire
 
Autrice: Kerstin Gier
Casa editrice: Corbaccio
Pagine: 220
Prezzo: 9,90
Data di uscita: 7 giugno 2012
 
 
Simpatica, interessante, intelligente…«troppo» intelligente. 
Riuscirà a trovare l’uomo che la perdonerà per questo?
Trama:
158 di quoziente intellettivo, plurilaureata, brava musicista, una maga con i numeri, carina, un po’ freak e…vedova a nemmeno trent’anni: Carolin trova che la sua vita sia decisamente complicata e che la sua intelligenza rappresenti più che altro un impiccio nella ricerca della felicità. Ha abbandonato il fidanzato Leo per il padre di lui, Karl, uomo ben più affascinante e in grado di apprezzare le sue qualità. Ma dopo cinque anni Karl muore improvvisamente lasciandola in un mare di guai, primi fra tutti una favolosa eredità di cui Carolin non sospettava l’esistenza, e un esercito di parenti infuriati che la rivendicano. Fra psicoterapeute incapaci, farmacisti sospettosi e avvocati minacciosi, Carolin cerca di superare il suo dolore, cavarsi fuori dai guai, e , perché no?!, trovare l’uomo giusto per lei, a cui non importi se è «troppo» intelligente…
Molto interessante e con una bella copertina!

martedì 15 maggio 2012

27# Londonbooks*

Londonbooks*


Interessanti!

-Titolo: The Vespertine; The Springsweet. The Vespertine saga
Autore: Saundra Mitchell
Editore: Harcourt Children's Books
Numero di pagine: 293; 275
Data d'uscita: 2011; 2012   


Trama, tradotta da me, “The Vespertine”: E’ l’estate del 1889, e Amelia van de Broek è nuova a Baltimora e ansiosa di usufruire di tutti i piaceri che la città ha da offrire. Ma la sua allegria è interrotta da disturbanti, oniriche visioni che solo lei ha al tramonto – visioni che offrono scorci di futuro. Presto, amici e sconosciuti allo stesso modo chiamano Amelia per sentire le sue profezie. Comunque, una storia d’amore proibita con Nathaniel, un artista, minaccia la nuova vita che Amelia sta costruendo a Baltimora. Anche questo enigmatico ragazzo sta mantenendo segreti – ancora, Amelia si scopre irrimediabilmente attratta da lui. Quando una delle sue più oscure visioni sta per terminare, il mondo di Amelia viene gettato nel caos. E quelli attorno a lei iniziano a chiedersi se non sia la veggente di oscuri presagi, ma la causa.




Trama, tradotta da me, “The Springseet”: Affranta per la tragica morte del suo fidanzato, la diciassettenne Zora Stewart lascia Baltimora per la città di frontiera di West Glory, Oklahoma, per aiutare la giovane zia vedova a mantenere il podere. Lì lei scopre che possiede la sorprendente abilità di percepire l’acqua sotto la terra arida. Quando la sua zia la assume come uno “springsweet”, per avvisare gli altri coloni dove scavare i pozzi, Zora sente il peso di possedere la chiave di qualcosa così essenziale alla sopravvivenza in questa desolata terra. Ancor più, lei scopre di avere un desiderio di amore nello stesso modo in cui la prateria ha sete per l’acqua. Forse, nella natura selvaggia del territorio, Zora può finalmente andare oltre la semplice sopravvivenza e cominciare a vivere

domenica 13 maggio 2012

sabato 12 maggio 2012

#25! Fiera del Libro di Torino*


Fiera del Libro di Torino*

Ieri sono andato alla Fiera del libro di Torino, ed è stato molto divertente. Ho comprato cinque libri, che presento. Due sono i seguiti di “Red” di Kerstin Gier, poi uno riguardante il Titanic e due sono una raccolta in due volumi di fiabe di Hans Christian Andersen.

1 – Titolo: Blue
Autore: Kerstin Gier
Editore: Corbaccio
Numero di pagine: 350
Prezzo: 16,60€
Data d'uscita: uscito nel 2011


Trama: "Molto probabilmente il mio organismo aveva prodotto più adrenalina negli ultimi giorni che nei sedici anni precedenti. Erano successe così tante cose e avevo avuto così poco tempo per riflettere" Gwendolyn ha tutte le ragioni di questo mondo per pensarla così. Ha appena scoperto di non essere una normale ragazza londinese, bensì una viaggiatrice nel tempo che i Guardiani - una setti segreta che ha sede nel dedalo di vie intorno a Temple Church - inviano nelle epoche passate per prelevare una goccia di sangue dai dodici prescelti e completare il cronografo, una missione da cui dipende il destino dell'umanità. Peccato che la sua famiglia non l'avesse informata perché tutti erano convinti che la predestinata fosse l'odiosa cugina Charlotte e peccato che, di conseguenza, Gwen avesse trascorso gli ultimi sedici anni della propria vita a studiare (poco), giocare (molto), chiacchierare e divertirsi con le amiche come ogni ragazza. Mentre avrebbe dovuto imparare a tirare di scherma, ballare il minuetto, apprendere nozioni di storia universale e conversare in modo appropriato con l'aristocrazia del Settecento. Quasi tutto, nella sua nuova situazione, la infastidisce: essere sballottata avanti e indietro nei secoli, la supponenza mista a invidia della cugina Charlotte, la noia delle lezioni di ballo e portamento... Poche cose le piacciono: il piccolo gargoyle fantasma Xemerius, che solo lei Gwen può vedere e, naturalmente, il suo compagno di viaggi nel tempo: Gideon, bello da morire...

2 - Titolo: Green
Autore: Kerstin Gier
Editore: Corbaccio
Numero di pagine: 428 circa
Prezzo: 16,60€
Data d'uscita: uscito nel 2012


Trama: "Sono davvero contento di avere chiarito le cose. In ogni caso resteremo sempre buoni amici, giusto?" Quando un ragazzo dice così a una ragazza non è che la renda pazzamente felice. Se poi il ragazzo in questione è Gideon de Villiers, occhi verdi e capelli corvini, Gwendolyn Shepherd, la destinataria del messaggio, si sente precipitare decisamente negli abissi dell'infelicità. E sì, perché, nelle due settimane che le hanno sconvolto la vita, facendole quasi dimenticare di essere una normale studentessa di sedici anni di una normale scuola londinese, Gideon le era sembrato la sua unica ancora di salvezza. Solo da due settimane, infatti, Gwen ha scoperto di essere predestinata a viaggiare nel tempo per portare a termine una missione pericolosissima da cui dipende il destino dell'umanità intera. Una faccenda che, in realtà, non le interessa affatto, diversamente dalla cugina Charlotte, che era convinta di essere lei la predestinata e che era stata educata ad affrontare situazioni e persone di ogni tempo e ogni luogo. Solo per Gideon, il suo compagno di viaggi nel passato, Gwen ha trovato sopportabile l'essere sballottata da un secolo all'altro alla ricerca di un cronografo perduto, ma ora perché dovrebbe continuare a lasciarsi tiranneggiare dall'implacabile setta dei Guardiani? D'altra parte, è vero che a poco a poco sta scoprendo segreti insospettabili sulla propria famiglia che la riguardano molto da vicino...

3 - Titolo: La ricamatrice di segreti
Autore: Kate Alcott
Editore: TRE60
Numero di pagine: 384
Prezzo: 9,90€
Data d'uscita: uscito nel 2012

Trama: Oceano Atlantico, 14 aprile 1912. È stata una bugia il biglietto che ha permesso a Tess di salire sulla nave più lussuosa del mondo, diretta in America: stanca di passare le giornate a cucire per pochi spiccioli e dotata di uno straordinario talento come ricamatrice, la ragazza ha trovato il coraggio di avvicinare Lady Lucile Duff Gordon e, mentendo sulla propria identità e sul proprio passato, ha convinto la celebre stilista ad assumerla come cameriera personale. Adesso, davanti a lei, si apre un mondo che sembra uscito da una fiaba: saloni maestosi, tavole imbandite, cabine sfarzose e, soprattutto, sontuosi abiti di velluto cangiante, pizzi raffinati, sete pregiate... Eppure, in quei pochi giorni di viaggio, non sono soltanto la magnificenza e la ricchezza a stupire Tess; ben più sconvolgenti, infatti, sono gli sguardi e le parole di Jim, l'umile mozzo che ha fatto breccia nel suo cuore. Proprio come, di lì a poco, un iceberg farà breccia nell'"inaffondabile" Titanic... New York, 18 aprile 1912. Giunti negli Stati Uniti, i sopravvissuti al naufragio del Titanic vengono accolti come eroi. Presto, però, l'ombra del sospetto oscura proprio la stella di Lady Duff Gordon, accusata da un giornale scandalistico di aver corrotto gli ufficiali di bordo pur di salire su una delle poche scialuppe di salvataggio. E, quando scoprirà chi è la fonte di quella notizia, Tess sarà costretta a una scelta drammatica...  

4 - Titolo: Fiabe
Autore: Hans Christian Andersen
Editore: Fabbri editori
Numero di pagine: 328 circa per 2
Data d'uscita: usciti nel 2001


Trama: Soldatini di stagno o pastorelle di porcellana, fiori o cicogne, lampioni in disarmo o case in demolizione, trottole o aghi da rammendo: non vi è oggetto, fiore, pianta o animale che nelle fiabe di Hans Christian Andersen non acquisti vita. Unico forse tra i grandi favolisti, Andersen accanto al mondo fiabesco della tradizione popolato di fate, maghi e principesse, ha creato infatti un suo mondo dove è la realtà quotidiana e consueta ad assumere dimensioni magiche, e tuttavia mai prive di un singolare realismo. Andersen trova piena espressione in un'ampia raccolta che riunisce più di ottanta fiabe, proposte in una nuova e moderna traduzione dal danese, efficacemente scelte in modo da presentare il grande narratore nei suoi numerosi aspetti.



giovedì 10 maggio 2012

#24! Fiera del Libro


Fiera del Libro

Domani andrò in gita scolastica alla Fiera del Libro di Torino. La cosa, ovviamente, mi fa molto piacere, ma non quanto gli anni scorsi. Questo è dovuto al fatto che per motivi scolastici non ho potuto prepararmi psicologicamente - ;) –, e perché dopo il viaggio a Londra e la (ri)scoperta dei libri inglesi quelli italiani non mi attraggono più tanto. Di certo sto esagerando, mi basterà vederli per volerli leggere! Ciao. :)  

lunedì 7 maggio 2012

#23Londonbooks*


Londonbooks*

La settimana scorsa sono stato a Londra e, oltre a tutte le belle cose che lì si possono trovare – negozi, musei, vie e ristoranti – ovviamente sono entrato e ho acquistato in una libreria. Davvero fantastica. In Piccadilly Circus, un quartiere della capitale, a mio avviso più vivo, si trova una sede del gruppo Waterstone’s, e quella è sistemata in cinque/sei piani colmi di libri, poltrone in cui leggerli e un bar in cui prendere un drink da bere durante la lettura. Mi dispiace non raccontare tutto quello che ho scoperto e visitato nella capitale del Regno Unito, ma so che molti ci sono già stati e non hanno bisogno che mi improvvisi guida turistica. Perciò mi dedico a trattare solo dei libri inglesi – nonostante alcuni lettori ne sappiano già qualcosa. La prima cosa che posso dire, ed è ovvio, è che ci sono più opere di autori stranieri, cioè quelle che in Italia sono traduzioni, qui sono originali accompagnati dai seguiti e da altri lavori degli stessi autori e da lavori simili; in sostanza, se si ha a cuore una saga in particolare può darsi che vi si trovi un seguito ancora inedito nel nostro paese. Inoltre ci sono diverse edizioni di uno stesso libro, e pare che l’uscita di ognuna sia vicina temporalmente a quella delle altre. L’edizione rigida è seguita da una in brossura delle stesse dimensioni e da almeno due in brossura più piccole. Di certo, non per tutti è così, ma per la maggior parte sì. A questo si accompagna il prezzo. I libri in Gran Bretagna costano meno: non per chi è straniero perché deve cambiare l’euro in sterlina, per chi riceve il denaro subito in sterlina. Mi pare che il prezzo di un libro si basi su una regola non rigida, ovvero a ogni dimensione una sterlina in più. Si parte da 4,99; poi 5,99; 6,99; 7,99; 9,99; 10, 11, 12,99… come detto prima, alcuni libri non hanno tutte le edizioni e il costo non viene listato categoricamente così, ma generalmente sì. Passo a presentare i libri che ho preso:

-Il terzo che ho acquistato è il secondo capitolo della trilogia di “The Hunger Games”, “Catching Fire”. Non c’è bisogno che dica di più, soprattutto in questo periodo che è uscito nelle sale cinematografiche il film tratto dal primo capitolo.














-Il secondo si intitola “The Name of the Star” di Maureen Johnson. (Shades of London #1)

Casa editrice: HarperCollins
Pagine: 374 pages
Data di uscita: 2011

Trama (tradotta da me): Il giorno in cui l’adolescente della Louisiana Rory Deveaux arriva a Londra, è l’inizio di una nuova vita in un collegio. Ma per molti, questo sarà ricordato come il giorno in cui una serie di brutali omicidi sono scoppiati attraverso la città, macabri crimini che imitano gli avvenimenti dell’orribile Jack lo Squartatore di più di un secolo fa.





 -Il primo si intitola “Anna and the French Kiss” di Stephanie Perkins

Casa editrice: Dutton
Pagine: 372 pages
Data di uscita: 2010

Trama: Anna sta aspettando con ansia il suo anno finale in Atlanta, dove lei ha un grande lavoro, una leale migliore amica e una cotta sul punto di diventare qualcosa di più. E’ per questo che lei non è entusiasta di essere spedita in collegio a Parigi – fino a che non incontra Etienne St. Clair: perfetto, parigino (sia inglese che americano, che crea un accento per cui sciogliersi), e assolutamente irresistibile. L’unico problema è che lui è già occupato e anche Anna potrebbe esserlo, se si considera la sua quasi-relazione a casa. E come l’inverno si scioglie per la primavera, riuscirà dopo un anno Anna -e i lettori- a ottenere il tanto atteso Bacio Francese?"   

Spero di riuscire a leggerli fluentemente. Magari nei prossimi articoli presenterò dei libri inediti che ho trovato nelle mie visite a Waterstone’s.